Dalla Società Civile - IPB-ITALIA - Associazione per la pace, il disarmo, la soluzione nonviolenta dei conflitti

IPB-ITALIA

Associazione per la pace, il disarmo, la soluzione nonviolenta dei conflitti

Nuovo aspetto del sito e maggiore fruibilità dei contenuti!
Segnalate comunque eventuali malfunzionamenti. Grazie!

Volete tenervi aggiornati sulle ultime novità? Seguiteci su Twitter!


Archivio della categoria 'Dalla Società Civile'

Roberto Morrione. Ci ha lasciati un grande amico.

20 maggio 2011 Pubblicato da roberto

La prima notizia di stamani scuote nel profondo. Roberto Morrione, grande giornalista che fu direttore di Rainews24 fino all’arrivo dell’attuale Corradino Mineo, si è spento dopo una lunga malattia.

Lo conoscevamo bene. Per la sua professionalità e umanità, per il suo voler andare a fondo degli avvenimenti. Assieme a Sigfrido Ranucci, Maurizio Torrealta, Flaviano Masella e altri, ecco un team che nell’orizzonte nebuloso della TV pubblica ha aperto spazi chiari di informazione corretta, precisa e documentata. Unica emittente tra le tante a raccontare le verità nascoste degli eventi a Falluja, a documentare per prima i danni irreversibili a civili e soldati nell’uso delle armi all’uranio impoverito, a fornire le “dirette” a eventi importanti ma nascosti ai più, quali la manifestazione contro la guerra in Iraq del 15 febbraio 2003 o le varie “Marce per la pace Perugia-Assisi” che muovono decine di migliaia di giovani ma che altrimenti non trovano spazio nei media.

Riportiamo qua, invitando chiunque a leggere e riflettere su quanto scritto, il link all’editoriale che appare oggi nel sito di Peacelink, come pure un “articolo correlato” scritto nel 2006 all’atto del suo pensionamento.

E diramiamole, queste news, che sono, una volta tanto, good news nel suo ricordo, per chi lotta ancora per la pace, la giustizia e l’onestà. Roberto merita questo, e chissà se – come succede con tanti “eroi silenziosi” quando ci lasciano – non dia una spinta a chi volesse in cuor proprio seguire le sue orme…

Categorie: Comunicati stampa, Dalla Società Civile | | Nessun Commento »

Nuova inchiesta su Quirra

17 marzo 2011 Pubblicato da roberto

Flaviano Masella di Rainews24 ha realizzato un nuovon reportage-inchiesta su quanto da anni accade nei pressi del Poligono Interforze di Quirra, nel cagliaritano. Un luogo dove l’incidenza di tumori e malformazioni nella popolazione è di ordini di grandezza maggiori che nel resto dell’Italia.

Qui il link diretto al video, andato in onda oggi sul canale Rainews del digitale terrestre: http://www.rainews24.rai.it/it/canale-tv.php?id=22587 mentre riportiamo qui sotto parte del testo a noi pervenuto.

Rainews. L’INCHIESTA sul poligono di QUIRRA
Da anni i sardi che abitano vicino al Poligono interforze di Quirra chiedono la verità sui numerosi casi di tumore e malformazioni che hanno colpito le persone e gli animali della zona.

L’Inchiesta “QUIRRA è una discarica radioattiva”. Le gravi accuse per il poligono sardo, in onda su Rainews giovedì 17 alle ore 20.35, racconta le prime verità scottanti che arrivano dalla procura di Lanusei che parla esplicitamente di delitti di detenzione e porto in luogo aperto al pubblico di armi non autorizzate all’uranio impoverito senza l’uso di adeguate misure protettive per la salute umana e l’ambiente.

Nota:Clicca qui per l’articolo nel sito di Rainews24!

Categorie: Dalla Società Civile, Rassegna stampa | Tags: | Nessun Commento »

SenzAtomica: una campagna nazionale

16 gennaio 2011 Pubblicato da roberto

Dal nostro Socio Michele Di Paolantonio riceviamo la notizia
di un importante appuntamento alla Camera dei Deputati.

senzatomica2

Categorie: Appuntamenti, Dalla Società Civile, Mayors for Peace | | Nessun Commento »

La più grande paura dei giovani

1 dicembre 2010 Pubblicato da roberto

Dall’associazione “Giovani per la pace” (www.gpace.net) riceviamo questo comunicato stampa. In realtà è un elenco (la trasmissione TV “Vieni via con me?” avrà insegnato un metodo…?), una serie di domande che questi giovani rivolgono agli adulti.
Frasi apparentemente semplici e utopiche, ma che rispecchiano comportamenti diffusi - e, diciamocelo, anche una sorta di ipocrisia.

Riflettiamoci sopra!


Anche noi abbiamo un “elenco”

sono alcune domande che rivolgiamo a voi “Adulti”

· Cari “Adulti”, …perché noi giovani e giovanissimi riusciamo a giocare e a stare in classe con grande semplicità e divertimento con i nostri compagni di colore, cinesi e di ogni altra razza del mondo mentre i vostri comportamenti ci insegnano ad odiarli?

· Cari “Adulti”, …perché noi abbiamo il sacrosanto “diritto” di studiare, di fare sport, di fare musica e di divertirci mentre 300.000 nostri coetanei in 35 paesi del mondo hanno il “dovere” di spararsi addosso e uccidere, nelle vesti di baby soldato e baby kamikaze?

· Cari “Adulti”, …perché la sera ci raccontate con gli occhi commossi delle vostre passate esperienze da emigranti in Germania, Belgio, Svizzera e nelle Americhe ed il mattino dopodate del “bastardo” agli immigrati che vivono nelle nostre città?

· Cari “Adulti”, …perché tanti popoli nel mondo non riescono a prendere esempio dalla seconda guerra mondiale e capire che vivere in pace si può? Settanta anni fa i nostri nonni combattevano e uccidevano gli “Alleati” mentre, solo trenta anni dopo, ai nostri genitori sarebbe sembrato ASSURDO sparare agli Inglesi o agli Americani, …e non parliamo di noi, che abbiamo tonnellate di “amici” stranieri su facebook!

· Cari “Adulti”, …perché osannate come “santi” persone come Gandhi, Madre Teresa e Mandela mentre, a nostro modestissimo parere, ogni singolo uomo ed ogni singola donna dovrebbe comportarsi come loro?

· Cari “Adulti”, …perché a noi giovani viene così facile credere alle parole di John Lennon in “Imagine”, che parlano di un mondo senza paradisi e senza inferni, senza motivi per uccidere o per morire, senza avidità e senza rabbia, mentre voi riuscite a definirle solo un’utopia?

E’ vero, noi giovani non capiamo e abbiamo paura, abbiamo paura del razzismo, abbiamo paura delle guerre e abbiamo paura dell’intolleranza ma la cosa che ci fa più paura in assoluto è quella di DIVENTARE DEGLI ADULTI COME VOI!

«you may say that we are dreamers,
but we’re not the only ones,
we hope someday you’ll join us,
and the world will be as one»

I ragazzi di:

GPace - Giovani per la Pace

www.gpace.net

Il futuro è come te lo sai immaginare,

e i giovani sanno immaginare un futuro di pace!

Categorie: Comunicati stampa, Dalla Società Civile | | Nessun Commento »

TERREMOTO IN SERBIA: un appello!

5 novembre 2010 Pubblicato da roberto

Nelle cronache quotidiane ci sono Good News ma anche Bad News… e quanto leggo stamani - non dai giornali ma dall’associazione Un Ponte per, rilanciato dal sito pacifista Peacelink - esige una mobilitazione, per quanto ci è possibile, di fondi e di solidarietà.

Il 3 novembre scorso infatti, un forte terremoto ha colpito una regione centrale della Serbia, nell’intorno della città di Kraljevo, causando distruzioni in quei luoghi dove a fatica la popolazione stava riuscendo a risollevarsi dagli sconvolgimenti delle lunghe guerre passate. Un Ponte per è presente da dieci anni in aiuto degli abitanti della zona, e adesso chiede aiuto a sua volta, per l’emergenza immediata che, come si legge dall’articolo, è urgente e notevole.

Le prime testimonianze parlano di enormi danni a case e strutture pubbliche essenziali. L’ospedale pubblico ha subito numerosi crolli ed è rimasto senza luce né acqua e con una sola sala operatoria agibile.

Per rimanere vicini alle famiglie sostenute, alle loro immediate esigenze, per aiutarli a ricostruire le loro case Un ponte per… lancia una raccolta fondi straordinaria ed, insieme alle organizzazioni locali di Kraljevo, identificherà le situazioni di maggiore vulnerabilità.

Leggi tutto dal sito di Peacelink!

Categorie: Dalla Società Civile, Nel mondo | | Nessun Commento »