2010 - IPB-ITALIA - Associazione per la pace, il disarmo, la soluzione nonviolenta dei conflitti

IPB-ITALIA

Associazione per la pace, il disarmo, la soluzione nonviolenta dei conflitti

Nuovo aspetto del sito e maggiore fruibilità dei contenuti!
Segnalate comunque eventuali malfunzionamenti. Grazie!

Volete tenervi aggiornati sulle ultime novità? Seguiteci su Twitter!


Archivio del 2010

Da segnare nel proprio calendario

14 dicembre 2010 Pubblicato da roberto

Lugo. Scorcio interno del teatro Rossini.Una grande festa, perché no? Un giorno da segnare con largo anticipo nel proprio calendario.

Il 12 marzo prossimo. A Lugo, al Teatro Rossini. Uno spettacolo, un ringraziamento speciale, una serata da trascorrere in amicizia con chi ha reso possibile il piccolo miracolo (anche se non ancora concluso) della salvezza di Fatma.

Saranno presenti, salvo impedimenti improvvisi, anche Maurizio Melani Ambasciatore italiano a Baghdad, e il segretario dell’Ambasciata dr. Francesco Fedele, che tanto hanno operato per far sì che la ragazzina irachena potesse arrivare in Italia per le prime cure.

Ecco uno stralcio della lettera che la nostra Presidente ha inviato a Baghdad. Più avanti nel tempo sicuramente ritorneremo su questo evento per darvi notizie più in dettaglio.

Gentile Ambasciatore Melani e Gentile Dr. Fedele, che con tanta premura, umanità e soprattutto “italianità” ci avete assistiti e accompagnati nella non facile impresa di salvare la vita della piccola irachena Fatma Basm.
L’impresa non è conclusa ma siamo sulla buona strada e con grande gioia vi annuncio che la più piccolina delle sorelline di Fatma che oggi ha solo 2 anni LEI proprio lei è compatibile per donare il midollo che salverà la vita alla “nostra” Fatma. Dico nostra perchè oramai la città di Lugo l’ha adottata, da Roma alla Romagna, dalla Turchia a Ginevra tutti sanno di questa splendida impresa realizzata da una “cordata di italiani di buona volontà che hanno reso possibile l’impossibile in tempi incredibili” e qui il Dr. Fedele quando dico questo so che mi puo’ comprendere “bene”.
La presente è per annunciarVi che riceverete un invito a venire a Lugo di Romagna e se poteste sin da ora tenere le vostre agende disponibili per il giorno 12 marzo 2011 dove nella serata, nel Teatro Rossini, nell’ambito di uno spettacolo dedicato a Fatma, tutte le persone che hanno partecipato a questa “meravigliosa cordata” riceveranno un “ringraziamento-encomio” di IPB-Italia alla presenza della rappresentanza della Presidenza della Repubblica Italiana che ci ha anche lei seguiti e assistiti passo dopo passo in questa impresa.
Confido che possiate organizzare le vostre agende per potere essere presenti.
Con l’occasione vi invio i miei più fervidi auguri di BUONE FESTE a voi e alle vostre famiglie.
Grazie ancora di tutto
Fulgida

Categorie: Appuntamenti, Iniziative, Progetto Iraq | | Nessun Commento »

La più grande paura dei giovani

1 dicembre 2010 Pubblicato da roberto

Dall’associazione “Giovani per la pace” (www.gpace.net) riceviamo questo comunicato stampa. In realtà è un elenco (la trasmissione TV “Vieni via con me?” avrà insegnato un metodo…?), una serie di domande che questi giovani rivolgono agli adulti.
Frasi apparentemente semplici e utopiche, ma che rispecchiano comportamenti diffusi - e, diciamocelo, anche una sorta di ipocrisia.

Riflettiamoci sopra!


Anche noi abbiamo un “elenco”

sono alcune domande che rivolgiamo a voi “Adulti”

· Cari “Adulti”, …perché noi giovani e giovanissimi riusciamo a giocare e a stare in classe con grande semplicità e divertimento con i nostri compagni di colore, cinesi e di ogni altra razza del mondo mentre i vostri comportamenti ci insegnano ad odiarli?

· Cari “Adulti”, …perché noi abbiamo il sacrosanto “diritto” di studiare, di fare sport, di fare musica e di divertirci mentre 300.000 nostri coetanei in 35 paesi del mondo hanno il “dovere” di spararsi addosso e uccidere, nelle vesti di baby soldato e baby kamikaze?

· Cari “Adulti”, …perché la sera ci raccontate con gli occhi commossi delle vostre passate esperienze da emigranti in Germania, Belgio, Svizzera e nelle Americhe ed il mattino dopodate del “bastardo” agli immigrati che vivono nelle nostre città?

· Cari “Adulti”, …perché tanti popoli nel mondo non riescono a prendere esempio dalla seconda guerra mondiale e capire che vivere in pace si può? Settanta anni fa i nostri nonni combattevano e uccidevano gli “Alleati” mentre, solo trenta anni dopo, ai nostri genitori sarebbe sembrato ASSURDO sparare agli Inglesi o agli Americani, …e non parliamo di noi, che abbiamo tonnellate di “amici” stranieri su facebook!

· Cari “Adulti”, …perché osannate come “santi” persone come Gandhi, Madre Teresa e Mandela mentre, a nostro modestissimo parere, ogni singolo uomo ed ogni singola donna dovrebbe comportarsi come loro?

· Cari “Adulti”, …perché a noi giovani viene così facile credere alle parole di John Lennon in “Imagine”, che parlano di un mondo senza paradisi e senza inferni, senza motivi per uccidere o per morire, senza avidità e senza rabbia, mentre voi riuscite a definirle solo un’utopia?

E’ vero, noi giovani non capiamo e abbiamo paura, abbiamo paura del razzismo, abbiamo paura delle guerre e abbiamo paura dell’intolleranza ma la cosa che ci fa più paura in assoluto è quella di DIVENTARE DEGLI ADULTI COME VOI!

«you may say that we are dreamers,
but we’re not the only ones,
we hope someday you’ll join us,
and the world will be as one»

I ragazzi di:

GPace - Giovani per la Pace

www.gpace.net

Il futuro è come te lo sai immaginare,

e i giovani sanno immaginare un futuro di pace!

Categorie: Comunicati stampa, Dalla Società Civile | | Nessun Commento »

E adesso Fatma si può salvare!

11 novembre 2010 Pubblicato da roberto

E’ arrivata una grande notizia. Fatma Basm Hassan si può salvare!

Sono arrivati i risultati delle tipizzazioni dei campioni di sangue dei fratelli (Fulgida la nostra presidente li ha portati in Italia al ritorno dal suo ultimo viaggio nel Kurdistan iracheno) e il responso è stato positivo. La sorellina Zhara, la minore, risulta essere compatibile per il trapianto di midollo che consentirà a Fatma di guarire!

Leggiamo dalla penna del dott. Giovanni Palazzi dell’ospedale di Modena, che ha preso in cura la piccola paziente:

“La informo che abbiamo i risultati delle tipizzazioni della famiglia di Fatma: Zhara, la sorellina di 2 anni (nata nel 2008) è l’unica compatibile, ma per fortuna lei è compatibile, quindi candidabile come donatrice di midollo per il trapianto. A questo punto credo che possiamo dire: 1) che abbiamo la possibilità reale di trapiantare Fatma. 2) che è ancora più importante di prima fare un serio programma di chelazione (farmaci per eliminare il ferro) per dare a Fatma la possibilità di arrivare al trapianto nelle migliori condizioni possibili. 3) dal momento che ci troviamo nella condizioni di un donatore più piccolo del ricevente dobbiamo aspettare che il donatore “cresca un pò” perchè sia di peso maggiore: quindi il tempo che avevamo stimato perchè l’organismo di Fatma riduca il ferro in eccesso gioca a nostro favore anche in questo senso.”

E adesso occorre avere tanta pazienza. Ma questa bella notizia trasforma la speranza in una certezza.

Categorie: Iniziative, Progetto Iraq | | Nessun Commento »

TERREMOTO IN SERBIA: un appello!

5 novembre 2010 Pubblicato da roberto

Nelle cronache quotidiane ci sono Good News ma anche Bad News… e quanto leggo stamani - non dai giornali ma dall’associazione Un Ponte per, rilanciato dal sito pacifista Peacelink - esige una mobilitazione, per quanto ci è possibile, di fondi e di solidarietà.

Il 3 novembre scorso infatti, un forte terremoto ha colpito una regione centrale della Serbia, nell’intorno della città di Kraljevo, causando distruzioni in quei luoghi dove a fatica la popolazione stava riuscendo a risollevarsi dagli sconvolgimenti delle lunghe guerre passate. Un Ponte per è presente da dieci anni in aiuto degli abitanti della zona, e adesso chiede aiuto a sua volta, per l’emergenza immediata che, come si legge dall’articolo, è urgente e notevole.

Le prime testimonianze parlano di enormi danni a case e strutture pubbliche essenziali. L’ospedale pubblico ha subito numerosi crolli ed è rimasto senza luce né acqua e con una sola sala operatoria agibile.

Per rimanere vicini alle famiglie sostenute, alle loro immediate esigenze, per aiutarli a ricostruire le loro case Un ponte per… lancia una raccolta fondi straordinaria ed, insieme alle organizzazioni locali di Kraljevo, identificherà le situazioni di maggiore vulnerabilità.

Leggi tutto dal sito di Peacelink!

Categorie: Dalla Società Civile, Nel mondo | | Nessun Commento »

A IPPNW, IALANA e IPB il premio “Haas Peace Award”

5 novembre 2010 Pubblicato da roberto

Dal nostro Socio Michele Di Paolantonio riceviamo queste Good News. La premiazione avverrà a Filadelfia il prossimo 8 novembre.

A IPPNW, l’organizzazione mondiale dei medici contro la guerra nucleare, IALANA, l’associazione dei giuristi contro le armi nucleari, e a IPB stesso, vanno le nostre più vive congratulazioni!

IPPNW to share Haas peace award

IPPNW, the International Association of Lawyers Against Nuclear Arms (IALANA) and the International Peace Bureau (IPB) will receive the John and Chara Haas Award for International Peace and Social Justice on November 8, 2010, at the Nuclear Futures Conference in Philadelphia.
The Haas award, sponsored by the Project for Nuclear Awareness, is being given to the three organizations for their work on the World Court Project and “for their joint efforts to establish global consensus on the illegality of nuclear weapons.”
The World Court Project was a worldwide campaign that resulted in an historic 1996 advisory opinion about the illegality of nuclear weapons from the International Court of Justice (ICJ). The ICJ concluded that the threat or use of nuclear weapons is generally illegal under International Humanitarian Law, and that states have an obligation to conclude negotiations on a global nuclear disarmament agreement to bring about their elimination.
According to PNA executive director Ed Aguilar, this year’s award is being given to the World Court Project “and those who participated as well in the drafting of the Model Nuclear Weapons Convention… to commemorate and honor the fact that the NWC and its basis in the ICJ Opinion of 1996 have been endorsed by the UN Secretary General and many nations since 2008, and in the NPT Review this May in New York.”
The previous recipients of the Haas Award, which honors those who have spent a lifetime in the cause of peace, safeguarding the environment, and in helping to reduce and end nuclear weapons, were author Jonathan Schell (2008) and Weapons of Mass Destruction Commission chair Hans Blix (2009).

Categorie: Associazione, Dai membri di IPB-Italia | Tags: , | Nessun Commento »