A Hiroshima la conferenza internazionale contro l’uranio impoverito - IPB-ITALIA - Associazione per la pace, il disarmo, la soluzione nonviolenta dei conflitti

IPB-ITALIA

Associazione per la pace, il disarmo, la soluzione nonviolenta dei conflitti

Nuovo aspetto del sito e maggiore fruibilità dei contenuti!
Segnalate comunque eventuali malfunzionamenti. Grazie!

Volete tenervi aggiornati sulle ultime novità? Seguiteci su Twitter!


A Hiroshima la conferenza internazionale contro l’uranio impoverito

2 agosto 2006 di roberto

ICBUW (Coalizione Internazionale per la messa al bando dell’Uranio Impoverito) ha organizzato la sua terza conferenza annuale a Hiroshima, Giappone, dal 3 al 6 agosto 2006.

Circa 40 invitati dall’estero, incluse vittime, veterani, scienziati e giornalisti, e almeno 150 persone dal Giappone si incontrano in Hiroshima.
Il nostro obiettivo e’ quello di evidenziare la natura urgente e globale del pericolo posto dall’uso di armi all’Uranio Impoverito, e unire le nostre voci per chiedere delle misure immediate per aiutare le vittime e abolire le armi all’Uranio Impoverito.

Il programma finale della conferenza e’ allegato qui di seguito (“Leggi tutto”).

Dal 3 Agosto un resoconto aggiornato in inglese sulla conferenza verra’ pubblicato sul sito http://www.nodu-hiroshima.org/en/ che vi invitiamo a visitare in modo da contribuire all’avanzamento di questa campagna.

Nobuo Kazashi (Direttore del comitato organizzatore - ICBUW Hiroshima)
Haruko Moritaki (Direttore esecutivo comitato organizzatore - ICBUW Hiroshima)
Katsumi Furitsu (membro del direttivo ICBUW)

Per contatti:
NO DU Hiroshima Project email: info@nodu-hiroshima.org
CADU email: office@cadu.org.uk

*******

Terza Conferenza Internazionale ICBUW
Hiroshima, 3-6 Agosto 2006

Chiediamo a gran voce, insieme alle vittime, l’abolizione delle armi all’Uranio Impoverito

== 3 Agosto ==

Sessione Plenaria (Hiroshima International Conference Center)

9:30-12:00 Apertura
“Lo sviluppo della campagne internazionale: da Berlaar a Hiroshima: da Hiroshima a tutto il mondo”

ICBUW fu fondato nell’ottobre 2003. Durante questa sessione verranno presentate le attivita’ svolte finora e si chiariranno gli obiettivi e il significato della campagna per un trattato che metta effettivamente al bando le armi all’Uranio Impoverito. Questa sessione introdurra’ anche i temi che verranno affrontati durante la Conferenza di Hiroshima come conseguenza dei progressi ottenuti in Belgio verso l’approvazione nazionale di una legge di messa al bando delle armi all’Uranio Impoverito.

Moderatori: Haruko Moritaki, Francesco Iannuzzelli

Relatori di ICBUW:
(1) Tara Thornton & Doug Weir, ICBUW: da Berlaar a Hiroshima
(2) Manfred Mohr: Armi all’Uranio Impoverito: problematiche e aspetti politici e legali
(3) Ria Verjauw: La situazione in Belgio per quanto riguarda la messa al bando delle armi all’uranio
(4) Nobuo Kazashi: L’obiettivo della conferenza di Hiroshima: le armi all’Uranio Impoverito come il “nucleare ombra”

Discorsi introduttivi
Introduzione, Furitsu Katsumi
Rosalie Bertell, Uranio Impoverito e la Sindrome del Golfo

Discorso di benvenuto da parte di Tadatoshi Akiba (Sindaco di Hiroshima)

13:00-15:40 Sessione 1 - Il danno: Iraq

Durante la Guerra del Golfo del 1991, le forze armate della coalizione guidata dagli Stati Uniti spararono piu’ di 300 tonnellate di Uranio Impoverito nell’Iraq meridionale, dove in seguito si e’ riscontrato un drammatico aumento di tumori, leucemie e difetti congeniti.
Durante la piu’ recente guerra contro l’Iraq, si stima che armi all’Uranio Impoverito siano state usate in quantita’ maggiori rispetto al 1991, per di piu’ in aree urbane. Si prevede quindi un impatto ancor piu’ grave sulla popolazione. Ascolteremo i rapporti presentati da alcuni dottori e scienziati iracheni che da molti anni osservano gli effetti dell’Uranio Impoverito e della contaminazione ambientale.

Moderatori: Mitsuo Okamoto, Nobuo Kazashi
Relatori:
(1) Jawad Al-Ali, Studio epidemiologico nell’Iraq meridionale
(2) Souad Al-Azzawi, Una panoramica sulla contaminazione radioattiva da Uranio Impoverito in Iraq
(3) Khajak Vartanian, Studio sull’inquinamento radioattivo da Uranio Impoverito a Bassora
(4) Takashi Morizumi: Fotografie

16:00-18:45 Session 2 - Il danno: USA

Molte vittime dell’Uranio Impoverito vivono negli Stati Uniti.
Alcuni sono soldati che hanno prestato servizio nella Guerra del Golfo o nella recente guerra contro l’Iraq, mentre altri hanno vissuto vicino a poligoni di tiro o fabbriche di produzione di armi all’Uranio Impoverito.
Veterani e attivisti presenteranno il danno provocato dall’Uranio Impoverito all’interno degli Stati Uniti cosi’ come i depistaggi e le menzogne contenute nei rapporti ufficiali del governo statunitense e delle forze armate.

Moderatori: Tara Thornton, Steve Leeper
Relatori:
(1) Dennis Kyne (veterano della Guerra del Golfo)
(2) Harbert Reed (veterano della guerra contro l’Iraq)
(3) Naomi Toyoda: Fotografie
(4) Gretel Munroe, Vari aspetti del problema dell’Uranio Impoverito negli Stati Uniti
(5) Damacio Lopez, La violazione del diritto all’assistenza medica (in riferimento ai problemi in prossimita’ dei poligoni di tiro)

== 4 Agosto ==

Sessione Plenaria

9:00-11:45  Sessione 3 - Aspetti scientifici

L’Uranio Impoverito e’ radiologicamente e chimicamente tossico.
Presentazioni di diverse discipline scientifiche ci aiuteranno a comprendere gli effetti sull’ambiente e sulla salute umana da parte delle micro-particelle di Uranio Impoverito. Le basi scientifiche per la richiesta della messa al bando verranno discusse e si affronteranno anche le problematiche relative all’analisi ambientali e biologiche delll’Uranio Impoverito, aspetto fondamentale per la campagna internazionale.

Moderatori: Katsumi Furitsu, Doug Weir
Relatori:
(1) Keith Baverstock, L’Uranio Impoverito e’ pericoloso per la salute pubblica?
(2) Heike Schroeder, Analisi dell’aberrazione cromosomica nei linfociti periferici di veterani della Guerra del Golfo e nei Balcani: i risultati di una ricerca impegnativa
(3) Maria A. Gatti, Stefano Montanari, Inquinamento bellico e nanopatologie umani e animali
(4) Thomas Fasy, Analisi dell’esposizione a Uranio Impoverito

13:00-15:45 Sessione 4 - Il danno: Europa

In Europa l’Uranio Impoverito viene sospettato di essere la causa sia della Sindrome del Golfo che della Sindrome dei Balcani.
Aumenti significativi in malattie gravi e tumori sono stati riscontrati tra i residenti nei Balcani che hanno subito i bombardamenti cosi’ come tra i veterani che hanno prestato servizio in quelle zone.
In Italia, le responsabilita’ dei militari e del governo sono state denunciate sia nei tribunali che in Parlamento. Il governo ha sempre risposto che “le armi all’Uranio Impoverito sono perfettamente sicure”. In questa sessione getteremo luce sulla realta’ europea, un aspetto poco noto in Giappone.

Moderatori: Ria Verjauw, Francesco Iannuzelli
Relatori:
(1) Ray Bristow (Inghilterra: veterano della Guerra del Golfo)
(2) Stefania Divertito (Italia: giornalista)
(3) Filippo Montaperto (Italia: veterano),
Uranio Impoverito: Le armi che uccidono…nel passato, nel presente e nel futuro.
(4) Hiroshima Home TV, Documentario sui danni dell’Uranio Impoverito nella Ex-Jugoslavia
(5) Stop! Depleted Uranium Campaign, Rapporto sugli effetti dell’Uranio Impoverito in Jugoslavia

16:15-19:00 Sessione 5 - La Campagna Internazionale Regione Asiatica (Corea, Giappone, Australia)

Verranno presentate numerose iniziative sull’Uranio Impoverito e le attivita’ della campagna internazionale. Il problema delle armi all’Uranio Impoverito in Asia e’ direttamente correlato al problema delle basi militari statunitensi. In Corea, Giappone e Australia, dove gli Stati Uniti sono presenti con numerose basi, l’Uranio Impoverito rappresenta un problema estremamente attuale. Anche la nostra responsabilita’ nelle guerre in cui queste armi vengono utilizzate e’ un aspetto da prendere in considerazione.

Moderatori: Alyn Ware, Toshiyuki Tanaka
Relatori
(1) Si Woo, Lee (Corea del Sud):
3 milioni di munizioni all’Uranio Impoverito sono immagazzinate in Corea e ad Okinawa
(2) NO DU Citizens’ Network (Giappone):
Rapporti tra la campagna e il Ministero degli Esteri
(3) Haruko Moritaki, NO DU Hiroshima Project (Giappone):
Viaggio in Iraq alla ricerca dei danni dell’Uranio Impoverito
(4) David Bradbury (Regista di “Blowin’ in the Wind”, Australia)

== 5 Agosto ==

10:00-12:00
Sessione Speciale
Incontro con alcuni Hibakusha (sopravvissuti alla bomba atomica)

Poco prima dell’inizio della guerra in Iraq, alcuni medici iracheni visitarono il Giappone, e Hiroshima in particolare, per parlare sul danno provocato dalle armi all’Uranio Impoverito. Questi incontri nacquero dal fatto che secondo gli iracheni i problemi riscontrati avevano una natura radiologica, e ad Hiroshima avrebbero trovato comprensione e supporto.
Questa sessione si occupa dell’interazione e della solidarieta’ tra gli Hibakusha della bomba atomica e gli Hibakusha dell’Uranio Impoverito, uniti da un problema di “esposizione interna”.

Moderatore: Yoshie Funahashi
Relatori: Keijiro Matsushima, Rikito Watanabe, Hiroshi MARUYA, Akihiro
Takahashi, e altri

13:30-15:30 Sessione 6 - Verso la messa al bando

Dopo aver visto i problemi e gli approcci in diversi paesi verso le armi all’Uranio Impoverito, prenderemo in considerazione quali misure concrete si possono realizzare in vista di un trattato che metta al bando definitivamente queste armi. Rafforzeremo anche la nostra rete di attivisti ed esperti presentando un visione chiara della campagna internazionale.

Moderatori: Nobuo Kazashi, Tara Thornton, Manfred Mohr
Relatori: ICBUW, UWBAN, e altri

13:30-15:30 Sessione 7 - Discussione scientifica tra medici ed esperti

Gli scienziati non hanno ancora esplorato tutti i possibili effetti dell’Uranio Impoverito sulla salute, sull’ambiente e sull’ecosistema.
Molti aspetti scientifici rimangono tuttora controversi. Affronteremo insieme queste domande per aprire nuovi percorsi di ricerca e anche per discutere di come condividere e utilizzare i risultati scientifici all’interno della campagna di ICBUW.

Moderatori: Katsumi Furitsu, Keith Baverstock
Relatori: Katsuma Yagasaki, Eisuke Matsui, e altri

16:00-18:00 Sessione 8 - Il sostegno alle vittime

Il sostegno alle vittime e l’avanzamento della campagna in solidarieta’ con coloro che soffrono gli effetti dell’Uranio Impoverito sono aspetti fondamentali per la campagna.
Ascolteremo le relazioni di alcune ONG che hanno lavorato per fornire supporto medico al popolo iracheno (medicine e apparecchiature mediche, training, ecc) e discuteremo quali ulteriori passi affrontare per sostenere le vittime nei paesi colpiti. Parleremo anche del progetto sostenuto da ICBUW per uno studio epidemiologico, gia’ iniziato insieme a medici iracheni in Bassora in cooperazione con IPPNW-Germania, e del “Progetto Denti di Bambini Iracheni”, lanciato da medici statunitensi, britannici e iracheni. Discuteremo anche di come sostenere le richieste dei veterani di cure mediche e di risarcimenti dal governo.

Moderatori: Maki Sato, Gretel Munroe
Relatori: Jawad Al-Ali, Thomas Fasy, Toshi Inoshita & Maki Sato (JIM-NET),
Nahoko Takato (Iraq Hope Net)

== 6 Agosto ==

7-30 - 8.30: Cerimonia presso il Peace Memorial di Hiroshima

13:30-15:30 Sessione di chiusura

Appello finale di ICBUW

Partecipanti:
Nassrine Azimi, Direttore della sezione Asia- Pacifico di UNITAR
(Dipartimento delle Nazioni Unite per la Formazione e la Ricerca), Shuntaro Hida (medico, coautore de “La paura della radiazione interna”), “Peace Boat” e altri

19:00 Cerimonia conclusiva
Lanterne sul fiume di Hiroshima in memoria delle vittime della armi atomiche

Nota: Traduzione dall’inglese di Francesco Iannuzzelli per PeaceLink;
per contatti su quanto si svolge a Hiroshima in questi giorni, scrivere a
francesco@peacelink.org

Questo articolo è stato pubblicato il mercoledì, agosto 2nd, 2006 alle 08:23 ed è archiviato in Nel mondo. Tags: , , , . Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il Feed RSS 2.0 feed. Puoi lasciare un commento, o fare un trackback dal tuo sito.



Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per inserire un commento.