Alcune composizioni dai detenuti del carcere di Forlì - IPB-ITALIA - Associazione per la pace, il disarmo, la soluzione nonviolenta dei conflitti

IPB-ITALIA

Associazione per la pace, il disarmo, la soluzione nonviolenta dei conflitti

Nuovo aspetto del sito e maggiore fruibilità dei contenuti!
Segnalate comunque eventuali malfunzionamenti. Grazie!

Volete tenervi aggiornati sulle ultime novità? Seguiteci su Twitter!


Alcune composizioni dai detenuti del carcere di Forlì

12 febbraio 2007 di roberto

La Pace
di Walter R.
dedicata a me stesso.

Pace e Libertà, Pace e Libertà.
Pace e Libertà, Pace e Libertà.
Due sorelle gemelle.
Solo adesso che vi ho perso
Conosco il vostro vero valore.
Ho passeggiato con voi tutta la vita
Ma mai mi sono reso conto di quello che avevo
Ritornate con me e io riavrò la mia libertà.

Pace…
di Alessandro G.

Quando si sente questa parola la si abbina subito a guerra, genocidi,
cose orribili, storiche e odierne
Pace…
Per me è interiore, personale e, per quanto banale,
difficile da trovare.
La si può trovare in un attimo di vita
Ma non può bastare una vita per trovarla.
Se stai bene con te stesso
Stai bene con l’universo

Amore e pace
di Madonna L.

Acqua, aria, terra… dagli uomini viene la guerra, distrugge e corrompe con l’uso delle bombe, infligge dolore e paura abbattendo colorate mura.
La guerra chi la comanda altri al fronte manda infischiandosene della perdita di uomini, e i potenti si lavano le mani! Disonesti e peccatori loro siedono sugli allori, mentre tanti genitori piangono sui corpi dei figli caduti per la Patria … è un ideale che gli ha portato male.
Riflettete sul Dio che avete e sforzatevi di cercare altre mete, che siano distante dalla guerra e violenza che trascina penitenza.
Del paradiso non sappiamo niente ma dell’inferno ciascuno è cosciente, svegliatevi bella gente perché chiunque di noi ferirà, non a lungo godrà.
Se piantate ortiche non ci sono persone amiche e se cercate gloria e fama perderete chi vi ama, se sarete giusti e reali lontano andrete con le ali.
Se la pace cercate le vostre armi buttate, se decidete di amarvi ognuno si disarmi, la pace, finché dura, è una bella avventura.

Pace è uguaglianza
Pace è colore
Pace è amore
Fate l’amore, non fate la guerra
E io l’amore faccio qua sulla terra.

Pace
di Carmelo S.

Il cuore conosce ragioni
Che la ragione non conosce.
Stringevo tra le mani l’inferriata della mia cella.
Fu allora che mi persi fra i sogni.
In un batter d’occhio mi trovai in un parco a farci la guerra di fiori e di baci
circondato da tanti angeli che volavano su di me in cerca di un’anima da confortare.
Mi rivolsi a uno di questi e gli chiesi di trasformarmi in un piccolo fiocco di neve
per vagare e posarmi su tutti coloro che praticavano il male,
che mi aspettavano per donare loro pace e amore
per vivere insieme nel nostro piccolo, grande paradiso fatto di tanta pace.
Questo è il mio sogno per la pace nel mondo

La Pace
di Ruggiero B.

Da bambino ho visto
Sempre popoli in odio
Tra loro…
Di notte c’era una grande luce
Provocata da missili e bombe
Una guerra che porta solo
Distruzione e morte…
Non ho mai visto
Un prato fiorito
Dove i bambini
Potevano giocare.
Una vita dove
non si conosce la felicità
Ma
Si potrebbe fermare…
Basta guerre
Basta morte ingiusta
Una colomba è piccola
Ma porta tanta…
Pace.

LA PACE NEL MONDO
Di Daniele M.

La pace nel mondo è una cosa che ci lega tutti in un gruppo solo, quello dell’armonia e della pace
Senza la guerra la terra è come una rosa rossa sbocciata in mezzo ad un infinito verde che domina i nostri cuori.
La pace nel mondo ‘ un’emozione infinita che ci regala giorni indimenticabili, avventure fantastiche.
La pace è un amore avvolgente

PACE VERACE
Di Gianpaolo A.

“Via le armi, scompaia la guerra EVVIVA LA PACE”

Eccola qui per voi tutti, la poesia sulla pace; innanzitutto sappiate che dove c’è pace, li:”tutto tace”. Le armi e le guerre sono il frutto del maligno, perché rompono il silenzio della natura…..
Rendendo l’aria impura! Armi che distruggono e fracassano da dovunque esse passano, lasciano la scia rossa di animi e carni lacerati, …. Bruciati….. violati! La guerra è dichiarata, ma è spesso ben armata così che quando viene è odiata; guerra orsuta, guerra voluta, mai fa una scena muta!
La guerra dei potenti ai soldati ordina sugli “attenti”, impartisce la missione dai governi a noi tutti obbedienza impone!
Guerra subita guerra inflitta, alla fine tutti ne subian sconfitta, la guerra che non fa ne vincitori ne dei vinti, ma crea soltanto “vittime e carnefici”!
Chi semina bene raccoglie meglio, chi semina male raccoglie peggio….. a Voi tutti è concessa la propria scelta!
Dal canto mio scelgo di seminar bene perch’ allontana le pene; la strada sì è lunga, ma promette un premio grande, un premio solare, un premio diamante! La voce verace non deve mai precipitar nella breace, dipende da noi…..
Dipende da te, dipende da me, alla fine noi tutti ci sentiremo dei re!
Chiediamolo a “Dio”, e non agli uomini poiché come tali, siamo tutti uguali inclini allo sbaglio, spinti allo sbaraglio costretti allo sbando! Il male come la guerra è vecchio come la terra….
Ricordatevi di Abele e Cauino, e di come Caino diventa assassino! Non esiste uno schema per la pace, ne altra forma scritta o dettata se non per spirito divino! Dio ci lascio’ in un Eden liberi di agire ma l’uomo in quell’Eden ha voluto ambire. In quel tempo non c’era il ricco, non c’era il povero ma c’era l’Eden per noi umani…..
Oggi non c’è più l’Eden e degli umani molti, son diventati caimani. Finchè ci saranno i ricci e potenti noi poveri stringiamo i denti….. alla pace i ricchi inneggiano, ma le vittorie di guerra loro festeggiano. La pace non si ottiene se non facendo che del bene, ma la pace verace, quella eterna solo “Dio” la donerà, a chi del bene farà, non a chi la chiamerà o invocherà. Ma a chi si sforzerà e la pace dai suoi sforzi produrrà! Qui si disperde questa piccola poesia, è vero che negli animi lasci una scia, e che nel cielo brilli una stella, una stella dalla luce perenne….. una piccola stella che illumini su di noi tutti, donandoci Amore, donandoci “Pace”!

LA PACE
Di Manuel S.

Mannaggia la pace e chi l’ ainventata
Sta parola nun è mai stata rispettata
Ma forse da quanno Dio fece l’omo
In fondo in fondo non c’è mai stata.
Si l’omo, proprio lui, che se dicembre l’animale più inteliggente, ma tante vorte
Pe egoismo fa soffrì solo la povera gente.
Oni mattina se svegli on capoccione e dice!
Armateve e partite annate a conquistà
La pace de quarche poraciio
Che pe vive, la pace se dovrebbe magnà.
Da quanno c’e sto monno forse la
Vera pace non c’è mai stata e se tornasse
Gesucristo sta parola manco avrebbe perso tempo,
nun se la sarebbe manco inventata.
Comunque nun disperamo qualche giorno salzerà
Quarcuno che sta parola la farà rispettà
E allora tutto il mondo vivrà la sua serenità.
La pace in fondo c’è, basta cercarla
Che la bontà dell’omo venga a galla
E che er cervello di quell’animale sa risveglia.

Questo articolo è stato pubblicato il lunedì, febbraio 12th, 2007 alle 21:17 ed è archiviato in Iniziative, Progetti di Pace dalle carceri. . Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il Feed RSS 2.0 feed. Puoi lasciare un commento, o fare un trackback dal tuo sito.



Lascia un commento

Devi essere registrato e loggato per inserire un commento.